Accedi al sito
Serve aiuto?

Jim Rohn




Jim Rohn – Costruisci il tuo business di Network Marketing

Forse una delle persone che ha avuto un maggior impatto sulla mia crescita è proprio Jim Rohn, mentore di Anthony Robbins e di tantissimi altri personaggi che hanno creato la storia della crescita personale. Lui mi piace in particolar modo perché gran parte del suo lavoro è stato dedicato al Network Marketing. Viene citato praticamente da chiunque sia nella nostra industria e se non sai chi è, ti consiglio di andare ad informarti, a leggere i suoi libri e a sentire i suoi audio.

In questo articolo farò un brevissimo riassunto di un suo audio sul Network Marketing, raccogliendo qualche idea che mi è piaciuta. Penso di averlo ascoltato per mesi interi mentre facevo il manovale. Mi ricordo che salivo sul furgone e mentre mio padre guidava io me lo ascoltavo. Lo ascoltavo quando tornavo a casa e ogni volta che il mio lavoro non richiedeva il parlare con altri.

Ho proprio un immagine chiara cristallina di due volte quando lo stavo ascoltando perché aveva fatto due battute che mi fecero ridere. Una volta mi trovavo davanti alla betoniera e la riempivo guardando la casa enorme del signore per cui io dovevo costruire la piscina. La seconda volta quando ero a correre un mattino che non andai a lavorare.

Dopo un paio d’anni, questi giorni ho riascoltato questo audio, che parla proprio del Network Marketing e che si intitola Build Your Network Marketing Business, ed era come se la mia mente lo sapesse già a memoria. Ero stupito dal fatto che sapevo finire ogni sua frase con le parole che diceva. Incredibile.

 

La filosofia che ha cambiato la mia vita

Quello che secondo Jim Rohn fa la differenza nella nostra industria, non è il prodotto o l’azienda, ma la nostra filosofia personale di vita e di business. Tutti nelle proprie aziende abbiamo gli stessi prodotti, che hanno lo stesso prezzo, lo stesso marketing e lo stesso piano compensi, ma la differenza la fa la filosofia secondo la quale viviamo e lavoriamo. I 5 elementi cardine della sua filosofia sono:

1. I profitti sono migliori di uno stipendio. Lo stipendio ti aiuta a sopravvivere, ma i profitti ti aiutano a creare una fortuna. La maggior parte delle persone, ovviamente abituate dal sistema non capiscono la differenza tra uno stipendio e il guadagno derivato da un’attività in proprio come per esempio il Network Marketing. Infatti nessuno stipendiato è mai diventato ricco.

2. La magia del part time. Il suo primo obiettivo nel Network Marketing è stato lavorare part time per creare il suo futuro e guadagnare lo stesso ammontare di denaro che guadagnava lavorando full time con il suo lavoro. E’ riuscito a farlo in 6 mesi. Il suo secondo obiettivo è stato quello di guadagnare 2 volte più di quello che guadagnava lavorando full time al suo lavoro, continuando sempre a lavorare part time nel Network Marketing. Perché? Perché nessuno poteva non voler ascoltare la sua storia “Ho trovato un modo per guadagnare 2 volte il mio stipendio, lavorando part time, vorresti sapere la mia storia?” Secondo voi chi gli avrebbe risposto di no? STRAORDINARIO!

3. Non è ciò che ti accade che determina il tuo futuro, ma come reagisci a ciò che ti accade. Non è il vento che determina la direzione di una barca, ma come viene utilizzata la vela e lo stesso vento è uguale per tutti. Se qualcuno ci arriva, dipende solo da come utilizza la vela. Egli dice “Non desiderare che sia più facile. Desidera essere più forte tu. Non desiderare meno problemi. Desidera più capacità. Non desiderare meno sfide. Desidera essere più saggio. Senza sfide non puoi crescere. Senza sfide non puoi diventare ricco.

4. La legge della media. Se fai qualcosa per abbastanza tempo, ci sarà una media nei risultati. Se parli con 10, magari 1 ti dirà di sì. Questa media tende a continuare, quindi se parli con altri 10, un altro ti dirà di sì. La cosa più bella che spiega a questo punto è che questo ci permette di vincere anche se non siamo molto bravi, perché possiamo fare in termini di numeri, quello che non possiamo fare in termini di capacità. Se tu sei bravo e convinci 9 persone su 10, parli con 10 e hai 9. Se io riesco a fare solo 1 su 10, parlo con 100 e ho vinto io.

5. La legge del seminare e raccogliere. Questa forse è la più bella perché racconta di un uomo che seminava e aveva tanta ambizione e dei semi buonissimi. Le sue sfide stavano nell’accettare alcune cose che all’inizio non riusciva ad accettare proprio come i neo-networker alle prime armi nel nostro business.

  • La prima è che gli uccellini mangeranno alcuni semi e noi non possiamo fare nulla. Succederà e basta. Rincorrere gli uccellini può servire a qualcosa? No. Che cosa significa questo per il nostro business? Qualcuno che inviteremo al meeting non verrà perché qualcun altro gli dirà di non venire. Accettalo e basta. Se rincorri gli uccellini e lasci il campo, porterai a termine il tuo obiettivo?
  • La seconda è che alcuni semi cadranno in alcuni posti del terreno un po’ più rocciosi, dove non potranno crescere. Anche se i tuoi semi sono straordinari, anche se tu hai molta ambizione non puoi farci niente. Alcune persone, per le influenze della famiglia/amici ecc., non cresceranno per via del terreno poco fertile.
  • Il terreno da una parte sarà più fertile e da un’altra meno fertile. Anche se i tuoi semi sono straordinari e tu hai molta ambizione, questo non può cambiare la situazione. Da una parte, il terreno darà più frutti, da una parte di meno. E va bene così. Qualcuno nel business farà il 10%, qualcun altro l’80%. Non puoi cambiare gli obiettivi e le ambizioni delle persone.

Cosa c’è da imparare qui? C’è solo da accettare che alcune cose sono in un determinato modo e che non le possiamo cambiare. Non possiamo rincorrere gli uccellini. Non possiamo volere che la terra sia più fertile, anche se siamo ambiziosi. Possiamo però mettere più semi di quanti possono mangiare gli uccellini. Possiamo parlare con più persone.

 

Le capacità che mi hanno cambiato la vita

La filosofia non basta. Bisogna anche sviluppare e migliorare sempre di più le nostre capacità. Ieri abbiamo parlato dell’avere il coraggio di diventare straordinario nel nostro lavoro. Le capacità da sviluppare secondo Jim Rohn sono queste:

1. Trovare un cliente e imparare a fare una vendita. Fortunatamente nel nostro lavoro non bisogna essere degli scienziati, perché dobbiamo condividere più la nostra esperienza da cliente soddisfatto che “piazzare della merce”. “Se imparerai a fare e a insegnare questo, sarai ricco.

2. Sponsorizzare. Leggete con attenzione il modo in cui lui vede quest’abilità. Vi può cambiare il business. “Essere uno sponsor è come essere un ponte. Si ha l’obiettivo di portare le persone dal buio alla luce, dallo scetticismo alla fede, dal non sapere nulla al sapere, dal non avere fiducia in sé all’averla, dallo scoraggiamento al riconoscimento. Tu hai le risposte e devi aiutare le persone ad attraversare il ponte, a vedersi migliori di quello che sono oggi, vedendo in loro ciò che loro ancora non sono in grado di vedere. Tu sei il ponte e questa posizione è qualcosa di straordinario. Potrai avere un impatto su centinaia e se vuoi, migliaia o decine di migliaia di persone e la paga è proporzionata.

3. Imparare a lavorare in gruppo. Potrebbe essere sfidante, ma una volta realizzato, è magico. Le testimonianze di più persone messe insieme potrebbero fare quello che tu da solo non potresti mai fare. Alcune capacità di alcune persone potrebbero aiutare tutti gli altri. Insieme si può arrivare ovunque. Da sole a casa, le persone non fanno quello che potrebbero fare in un’ambiente stimolante creato da te. Il gruppo è potentissimo.

4. La comunicazione  e soprattutto l’abilità di ispirare gli altri a guardare un po’ più lontano, a vedersi migliori di quello che sono oggi, più ricchi di quello che sono oggi, più capaci tra un anno di quanto lo sono oggi. Come lo si fa? Con il propri esempio e con la propria testimonianza o con la testimonianza degli altri “Se posso farcela io, lo puoi fare anche tu. Se può farlo lui, lo puoi fare pure tu.

5. Imparare a lavorare con le persone che meritano di essere aiutate, non con le persone che hanno bisogno di essere aiutate. Questo è uno sbaglio che facciamo un po’ tutti. Ci innamoriamo del potenziale delle persone e non della loro voglia di lavorare. Jim Rohn dice che puoi aiutare 1000 persone, ma non puoi portare sulle tue spalle 3. Il peso è troppo grande. Forse puoi portare sulle spalle 1 e solo per poco tempo, ma già con 2 diventi pazzo.

Non sono i soldi ciò che ti fa diventare ricco ma le capacità. Tanti soldi e niente capacità, vai alla rovina. Tanti soldi ma niente ambizione e coraggio, vai alla rovina. Un po’ di soldi, con un po’ di ambizione e con la capacità di fare un invito o di sponsorizzare… puoi cambiare il mondo! Abbi il coraggio di essere straordinario!